Women in Tech – Donne e discipline STEM (matematica, informatica, ingegneria): il paradosso solo Norvegese?

07.10.2020 13.00
a cura di AIEA e BASIS CoWorking & Innovazione
Contenuto Streaming

Schermata 2020-09-07 alle 10.21.17

Ci si sarebbe aspettati il contrario. Ovvero che nei paesi dove maggiore è la libertà di accesso delle donne a tutti i corsi di studio e relative professioni maggiore sia anche la percentuale di quelle che scelgono di iscriversi a biologia, matematica, ingegneria, fisica, informatiche.

Insomma a quel numero di facoltà abbreviato in STEM, ovvero discipline scientifiche, tecnologiche,ingegneristiche e matematiche.Invece accade esattamente, macroscopicamente il contrario.

Nei Paesi campioni di parità di genere nelle opportunità offerte a uomini e donne la percentuale di donne che arriva alla laurea, oppure poi lavora in settori tecnici é più bassa rispetto a Pesei dove la parità di genere é più bassa.

Gijsbert Stoet e David Geary, psicologi rispettivamente alla Leeds Beckett University e alla University of Missouri, lo hanno definito “Il paradosso della parità di genere”.

Si tratta di quel fenomeno, da loro messo in luce, per cui quanto più le donne hanno raggiunto l’uguaglianza all’interno di una società, tanto meno sceglieranno per il loro corso di studi una materia Stem .Ovvero una carriera in ambito scientifico, ingegneristico, tecnologico e matematico.

Per dirla in termini statistici, esiste una correlazione inversa tra questi due indicatori”Come si vede nell’immagine questa correlazione inversa risulta evidente. La svizzera sembra essere allineata al “paradosso Norvegese”.

Nella sessione quattro donne che, maniera diversa, lavorano nel settore tecnico parleranno della loro esperienza. Uno sguardo a quello che succede in Alto Adige/Süditrol.

https://www.researchgate.net/publication/323197652_The_Gender-Equality_Paradox_in_Science_Technology_Engineering_and_Mathematics_Education

 

Azienda promotrice:

aiea_ef82f9202b29eb893b65f3b908109611
BASIS-Signet-2019-ohneVV

AIEA

AIEA – Associazione Italiana Information Systems AuditorsAIEA, Associazione Italiana Information Systems Auditors, con i suoi oltre 800 iscritti, fin dal 1979 contribuisce a diffondere e consolidare in Italia cultura e competenze ICT in materia di assurance (audit e controlli IT), information risk, security, governance e cybersecurity.Come capitolo di ISACA® (140.000 soci in oltre 200 capitoli nel mondo), AIEA supporta i propri Soci nel conseguimento delle certificazioni a valenza internazionale su queste aree di competenza (CISA, CRISC, CISM e CGEIT oltre alla nuova CSX).

BASIS – CoWorking & Innovazione

Il Coworking a Silandro si trova presso BASIS Vinschgau Venosta, un posto unico nel suo genere:la palazzina servizi, nell’ex Caserma Druso di Silandro.Oltre agli uffici condivisi, la Urban Hub offre anche sale per seminari completamente attrezzate,un’ampia terrazza e il salotto, una confortevole stanza comune con macchina per il caffè e forno alegna per la pizza. Il Salotto è aperto a tutti i coworker e invita a fare networking e chiacchierare.Come interspazio sperimentale e prototipo del quarto settore, BASIS Vinschgau Venosta lavora amodelli di innovazione trasversale e fonda il suo laboratorio reale sull’esperienza in diversi settorimaturata con una rete internazionale.

Die startbase in Schlanders befindet sich in der BASIS Vinschgau Venosta, einer einzigartigenLocation: der Palazzina Servizi, dem ehemaligen Militärversorgungsgebäude in der Drusus-Kasernein Schlanders.Neben dem geteilten Arbeitsraum bietet das Urban Hub auch voll ausgestattete Seminarräume, einegroßzügige Terrasse und den Gemeinschaftsraum Salotto, inklusive Kaffeemaschine und Pizzaofen.Dieser ist für alle Coworker offen zugänglich und lädt zum Plaudern und Netzwerken ein.Als experimenteller Zwischenraum und Prototyp eines vierten Sektors arbeitet BASIS VinschgauVenosta mit Cross Innovation Modellen und hat sich mit seinem Reallabor und eineminternationalen Netzwerk Erfahrung in mehrere Branchen aufgebaut.

Relatori:

immagine
Schermata 2020-09-07 alle 14.16.06

Renate König

Nel 1994 Laurea in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Bologna. Iscritto dal 1995 all’Albo dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Bolzano e nel registro dei Revisori Legali.Fa parte di Consigli di Amministrazione e Collegi sindacali di importanti società di capitali. 
Business Angel, esperienze energy and food, smart city. Member Angels4Women e Nedcommunity. 
Board Member di Doorway – piattaforma di equity investing online autorizzata da Consob

Maina Simonetta

Diplomata al liceo classico e laureata in Informatica a Torino, approdo nel 2000 al mondo della sicurezza informatica, attratta anche dalla sfida, allora relativamente nuova, di conciliare l’IT con le tematiche giuridiche, come la privacy. E da allora non ho piú abbandonato il settore, dove gli stimoli sono solo cresciuti e, un po’, anche la mia professionalità

IMG-20200909-WA0006
immagine (1)

Alessia Marescalco

Managing Director SIDERA BZ

Alessia Marescalco si diploma in Ragioniere perito commerciale e programmatore nel 1994.
Inizia la sua attività lavorativa nel mondo dell’informatica nel 2001 occupandosi del supporto all’attività commerciale.
Anno dopo anno miscelando l’esperienza lavorativa con corsi di formazione mirati raggiunge la posizione di Managing Director.
L’attività principale consiste nel dare concretezza alle scelte del CEO occupandosi a tutto tondo dell’organizzazione e della gestione delle risorse coinvolte

Valentine Troi

Architettura presso l’università di Innsbruck, classe 1977 originaria di Bressanone residente a Innsbruck. 

Fondatrice di una giovane azienda focalizzata sulla ricerca e sviluppo, sviluppa tecnologie per i materiali compositi in fibra. Il focus principale è l’ottimizzazione di metodi di produzione per la riduzione di risorse e l’utilizzo di nuove materie prime a basso impatto ecologico. Nell’ambito di diversi progetti l’azienda ha sviluppato e brevettato diversi elementi compositi